16.04.2018

Svizzera e Santa Sede,
rapporti diplomatici ufficiali ed ufficiosi nella storia

Presentazione, Roma

H13:00

Introduzione

Dates
16.04.2018
Location
Roma
Category
Presentazione
Information

H13:00

√ą a partire dalla¬†spezialmission¬†di Carlo Borromeo che viene creata, nel 1586, la nunziatura di Lucerna. √ą la prima rappresentanza ufficiale della Santa Sede nei cantoni elvetici, che succede a soggiorni pi√Ļ o meno prolungati di nunzi papali, tra i quali il cardinale vallesano Matteo Schiner. √ą all‚Äôepoca del Kulturkampf, nel novembre 1873, che il Consiglio federale decreta la sua chiusura. Un riavvicinamento avviene soltanto durante la Prima guerra mondiale, quando Svizzera e Santa Sede si trovano a cooperare sul terreno della diplomazia della pace e dell‚Äôassistenza ai prigionieri di guerra. Nel 1920 √® cos√¨ aperta, in seguito ad un accordo tra governo svizzero e papa Benedetto XV, la nunziatura di Berna. Mentre bisogna attendere tempi pi√Ļ recenti per una normalizzazione definitiva dei rapporti: nel 1991 il Consiglio federale nomina un ambasciatore in missione speciale presso la Santa Sede, e dal 2004 un ambasciatore straordinario e plenipotenziario. Attraverso i documenti dell‚ÄôArchivio Segreto Vaticano e dell‚ÄôArchivio della Segreteria di Stato, la conferenza illustrer√† la diplomazia tra Svizzera e Santa Sede nella storia. Uno sguardo inedito sar√† in particolare aperto sul periodo dal Kulturkampf alla Grande Guerra, con l‚Äôanalisi dei canali della diplomazia ufficiosa, dalla missione segreta a Berna di mons. Domenico Ferrata nel 1883 alle vicende del cardinale ginevrino Gaspard Mermillod.

La presentazione di¬†Lorenzo Planzi¬†si inserisce all’interno del seminario¬†Der Hl. Stuhl ‚Äď Kulturelle Bedeutung, rechtliche Stellung und Aussenpolitik¬†(La Santa Sede ‚Äď Significato culturale, posizione legale e politica estera) e sar√† moderata da Dr. Paul Wiedmer in tedesco.