16.09.2021—30.10.2021

Marta Riniker-Radich

Arte, Mostra personale, Milano

ME/VE: 11:00-17:00
GIO: 11:00-20:00
SA: 14:00-18:00

Dates
16.09.2021
30.10.2021
Location
Milano
Category
Arte, Mostra personale
Information

ME/VE: 11:00-17:00
GIO: 11:00-20:00
SA: 14:00-18:00

Orari di apertura: 

Mercoledì – Venerdì: 11:00-17:00
Giovedì: 11:00-20:00
Sabato: 14:00-18:00

È possibile visitare la mostra registrando la propria presenza all’ingresso.
Entrata gratuita.

Istituto Svizzero
Via del Vecchio Politecnico 3, Milano

L’Istituto Svizzero è lieto di presentare Patience Will Reward Those Who Lie in Wait, una mostra con nuove opere di Marta Riniker-Radich (n. 1982, Berna). Rinomata per i suoi disegni a matita di piccolo formato, l’artista presenta nuove serie di disegni che trattano il tema della pressione sociale e psicologica in rapporto alle condizioni di lavoro. Attraverso un immaginario surreale, Marta Riniker-Radich indaga le modalità con cui la vulnerabilità, le insicurezze e le paure sono connesse all’odierno mondo del lavoro e alla società sempre più esigente.

Patience Will Reward Those Who Lie in Wait è influenzata da studi sociologici e sui resoconti circa gli ambienti di lavoro impersonali ed estremamente burocratici dei colletti bianchi che si sono rapidamente diffusi a partire dagli anni Cinquanta. Nella mostra l’artista combina frammenti testuali tratti dal libro White Collar. The American Middle Classes, scritto nel 1951 dal sociologo C. Wright Mills, con disegni fortemente dettagliati di ginocchia umane – una delle parti più fragili di tutto il corpo. In altri disegni, allo stesso tempo, accenna alla figura del lavoratore e della lavoratrice perennemente disponibili e ossessivi con le penne nel taschino della camicia, oppure al fenomeno del così detto ‘ostrich pillow’, un aiuto per il sonno per sfuggire allo stress dell’ufficio e sottrarsi alla monotonia della giornata lavorativa. I disegni, alcuni dei quali sono esposti come una sorta di ‘Gesamtinstallation’ in vetrine appositamente prodotte, veicolano sempre l’umorismo e l’ambiguità di Marta Riniker-Radich. Allo stesso tempo, il senso di terrore che evocano risuona con noi a livello personale, poiché si riferisce una vita lavorativa quotidiana che ci è ben nota, e riflette anche sulla sua esistenza come artista in un ambiente altamente competitivo.

È possibile acquistare il poster realizzato dall’artista in edizione limitata visitando la mostra oppure scrivendo a: milano@istitutosvizzero.it.

Richieste stampa: press@istitutosvizzero.it

Scaricare il testo curatoriale e la mappa della mostra qui.
Scaricare il booklet intitolato Thomas qui.

Si ricorda ai gentili partecipanti che, nel rispetto delle disposizioni attualmente vigenti, per l’accesso all’evento sarà necessario esibire all’entrata una Certificazione Verde Covid da cui risulti, alternativamente:

  • • Avvenuta vaccinazione anti-COVID-19, con attestazione di aver ricevuto la prima dose di vaccino da almeno 15 giorni o di aver completato il ciclo vaccinale;
  • • Avvenuta guarigione dal COVID-19, nei 6 mesi precedenti alla data dell’evento;
  • • Effettuazione, nelle 48 ore antecedenti all’ingresso, di test antigenico rapido o molecolare con esito negativo.

Marta Riniker-Radich (1982, Berna, vive e lavora a Francoforte sul Meno) ha sviluppato una pratica disegnativa fondata sull’utilizzo di mezzi semplici, che tuttavia è intensificata dal suo uso del colore e delle tecniche di stratificazione.
Creati in serie e realizzati quasi esclusivamente in formato A4 con matite colorate, i suoi disegni funzionano come porzioni di una realtà astratta e interagiscono con opere in altri media, come testi, oggetti e installazioni site specific, per creare narrazioni più ampie.

I suoi progetti sono spesso ispirati da avvenimenti e situazioni storiche specifiche, come la crisi dell’elettricità in California della fine degli anni Novanta, o l’industria petrolifera in Texas. Questi temi di ricerca sono traslati in una rete di simboli e narrazioni fittizie che evidenziano l’impatto delle realtà socio-politiche ed economiche sullo sviluppo del comportamento umano. Le strutture di potere, sia aziendali che individuali, il clientelismo, l’insicurezza e la regressione all’infanzia sono tra i temi che emergono nel suo lavoro.

Marta Riniker-Radich ha studiato alla HEAD di Ginevra e ha preso parte a numerose residenze artistiche (Fieldwork Marfa, Studio Roma/Istituto Svizzero, Landis & Gyr Stiftung a Londra, tra le altre). Il suo lavoro è stato esposto a livello internazionale e ha ricevuto lo Swiss Art Award (2010) e il Manor Kunstpreis (2016). Mostre recenti includono: Swiss Institute, New York, Kunsthaus Glarus, ed Eclair, Berlino.

SAVE THE DATE
Registrati a questo evento per ricevere una notifica via email

Conferma
* Campo richiesto