10.11.2016

Dada 2.0: dentro-fuori

Conferenza, Roma

Introduzione

Programma

Biografie

Dates
10.11.2016
Location
Roma
Category
Conferenza

Nel manifesto inaugurale di Zurigo, 100 anni fa Hugo Ball ha spiegato che cosa sia Dada: una corrente artistica. Ma da dove viene Dada? E dove porta Dada? Il simposio interdisciplinare all‚ÄôIstituto Svizzero di Roma si confronter√† con queste due domande che vanno sotto la voce ‚ÄúDada 2.0‚ÄĚ, tanto nella prospettiva storica, quanto in quella filosofica. Con una retrospettiva ai festeggiamenti per il centenario e con uno sguardo rivolto al futuro, il programma del simposio intende aprire prospettive molteplici sull‚Äôarte dadaista, sulla letteratura e sulla musica, e offrire altrettante analisi. Si tratter√† anche di ripercorrere, in una lettura comparativa, le manifestazioni internazionali dei movimenti dadaisti in Svizzera, Germania e Italia.
In collaborazione con Ambasciata di Svizzera in Italia, Goethe-Institut Roma e Fondo Nazionale Svizzero per la Ricerca Scientifica.

Gabriele Guerra¬†√® ricercatore di letteratura tedesca presso il Dipartimento di Studi Europei, Americani ed Interculturali della Sapienza, Universit√† di Roma. I suoi principali interessi nel campo della ricerca sono l’ebraismo tedesco nella letteratura e nel pensiero della prima met√† del XX secolo, la¬†Konservative Revolution¬†ed Ernst J√ľnger, le avanguardie storiche all’incrocio tra estetica, politica e religione, e pi√Ļ in generale il legame tra estetica e religione e tra teologia e politica. √ą anche traduttore dal tedesco e membro dell‚ÄôAssociazione Italiana Walter Benjamin¬†e della¬†Hugo-Ball-Gesellschaft. Tra le sue pubblicazioni:¬†Spirito e storia. Saggi sull‚Äôebraismo tedesco 1918-1933¬†(2012);¬†Giovanni Papini und Hugo Ball: Avantgarde, Mystik und Radikalismus. Ein Versuch zum deutsch italienischen Kulturtransfe¬†(2011).

Ilaria Schiaffini è ricercatrice presso il Dipartimento di Storia dell’Arte alla Sapienza, Università di Roma. Nel 2000 ha vinto una borsa di studio dal Getty Research Institute per una ricerca sui manoscritti di Umberto Boccioni conservati nella biblioteca del museo. I suoi interessi scientifici si concentrano su questioni teoriche e critiche tra simbolismo e modernismo; sui rapporti tra arte, letteratura e filosofia; sulla storia della fotografia. Tra le sue pubblicazioni: Umberto Boccioni, Stati d’animo. Teoria e pittura(2002);Arte contemporanea: metafisica, dada, surrealismo (2011).

Juri Steiner¬†√® uno storico dell‚Äôarte e germanista svizzero. Ha lavorato per il Kunsthaus di Zurigo e ha scritto per la NZZ. Per conto della citt√† di Zurigo ha curato il rilancio del Cabaret Voltaire. Dal 2007 al 2011 √® stato direttore del¬†Zentrum Paul Klee¬†di Berna. Dal 2012 √® amministratore e curatore della Associazione¬†dada 100 z√ľrich 2016. Tra i suoi scritti e cataloghi:¬†Lost paradise¬†(2008);¬†165 DadaistInnen¬†(Edizioni Cabaret Voltaire, 2013);¬†Expedition ins Gl√ľck. 1900-1914¬†(2014).

Beat Wyss¬†√® uno storico dell‚Äôarte svizzero, professore di Storia dell‚Äôarte e Teoria dei media presso la¬†Staatlichen Hochschule f√ľr Gestaltung¬†(HfG) diKarlsruhe. Tra il 1980 e il 1983 √® stato borsista alla¬†Freie Universit√§t¬†di Berlino e all‚ÄôIstituto Svizzero di Roma. Nel 2001 ha vinto il premio artistico della citt√† di Lucerna. Tra le sue pubblicazioni:¬†Der Wille zur Kunst. Zur √§sthetischen Mentalit√§t der Moderne¬†(1996),¬†Renaissance als Kulturtechnik¬†(2013).

Stefan Zweifel¬†√® traduttore e giornalista svizzero. Dal 2004 si occupa della rivista culturale trilingue¬†Gazzetta. Scrive per la¬†Neue Z√ľrcher Zeitung¬†(NZZ),¬†Weltwoche,¬†du, e¬†Literaturen. Tra i suoi lavori e le sue traduzioni:¬†¬ęIn girum imus nocte et consumimur igni¬Ľ ‚Äď die situationistische Internationale¬†(2007).¬†Boris Vian: Schriften, Glossen und Kritiken √ľber Jazz¬†(voll. 1-2; 1989-1990).¬†Alfred Jarry: Minutengl√§ser mit Ged√§chtnissand¬†(Oo 3/1993).

Programma

H09:30
Saluti istituzionali
Philippe Sormani (Istituto di Svizzero, Roma)
Introduzione
Claudia Bertling Biaggini (Storica dell’arte, Zurigo)

Parte Prima ‚Äď Analisi
Presidenza: Gabriele Kreuter-Lenz (Direttrice Goethe-Institute Italia, Roma)

H09:45
Alles schon dada gewesen?
Beat Wyss (Centro per l’Arte e la Tecnologia dei Media, Karlsruhe)

H11:00
Chivarusmarbarmavocsacremicropauti (Marchese de Sade) Tabubruch und Spracherotik von Sade bis Dada
Stefan Zweifel (Filosofo, Critico letterario, Curatore, Zurigo)

H12:00
Res√ľmee Dada-Jubil√§um 2016
Juri Steiner (Direttore di Dada 100 Z√ľrich 2016, Curatore e Mediatore artistico, Zurigo)

Parte Seconda ‚Äď Prospettive
Presidenza: Francesco Fiorentino (Università di Roma Tre)

H14:30
Hugo Ball: Tra DADA e mistica
Gabriele Guerra (Ricercatore, Sapienza, Università di Roma)

H16:00
Dada e la nascita della Metafisica
Ilaria Schiaffini (Ricercatrice, Sapienza, Università di Roma)

H16:30
Dada 2.0: ein Roundtable-Gespräch
Tavola Rotonda moderata da Samuel Gross (Istituto Svizzero di Roma)

H17:30
Chiusura dei lavori
Claudia Bertling Biaggini (Zurigo) e Philippe Sormani (Istituto Svizzero di Roma)