28.05.2021—09.07.2021

Beatrice Marchi & Mia Sanchez

Arte, Mostra, Milano

ME/VE: 11:00-17:00
GIO: 11:00-20:00
SA: 14:00-18:00

Dates
28.05.2021
09.07.2021
Location
Milano
Category
Arte, Mostra
Information

ME/VE: 11:00-17:00
GIO: 11:00-20:00
SA: 14:00-18:00

L’Istituto Svizzero presenta a Milano La Città e i Perdigiorno, la mostra bipersonale di Mia Sanchez e Beatrice Marchi.
Il formato della doppia mostra rivolgerà l’attenzione al lavoro delle due giovani artiste, rafforzando il legame tra le scene artistiche emergenti in Svizzera e in Italia.

La Città e i Perdigiorno – questo è il titolo scelto da Beatrice Marchi e Mia Sanchez per la loro mostra bipersonale all’Istituto Svizzero a Milano. Le due artiste sono unite dall’amore comune per lo storytelling. Un detective che girovaga per Milano, un fotografo con un enorme obiettivo o Mafalda, il cane dalle lunghe orecchie penzolanti, sono figure che appaiono nelle loro storie e nei loro lavori. Forse sono proprio loro i ‘perdigiorno’. Figure, in altre parole, che vagano per la città, si perdono nel tempo, durante il giorno, e scoprono cose che noi non vediamo. Per la mostra a Milano, le due artiste stanno sviluppando nuove installazioni e video che seguono le tracce dei ‘perdigiorno’ ed esplorano lo spazio urbano.

Con il sostegno del Dipartimento Cultura del Cantone di Basilea-Città a Mia Sanchez.

Beatrice Marchi (1986, Gallarate, Italia) vive e lavora tra Milano e Berlino. Dopo il bachelor all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano, ottiene un Master alla Hochschule für Bildende Künste di Amburgo (HfbK) nel 2017. Tra le sue recenti mostre personali vi sono: Sandy Brown, Berlino; Casa Masaccio Centro per l’Arte Contemporanea, San Giovanni Valdarno; Riverside, Berna; Collezione Iannaccone, Milano; Hester, New York; Exo Exo, Parigi; Fanta, Milano; Gasconade, Milano. Il suo lavoro è stato presentato varie mostre, tra cui: MACRO, Roma; Museion, Bolzano; Palazzo Reale, Milano; Performance Space, New York; Mambo, Bologna; Galerias Municipais de Lisboa (Boavista), Lisbona; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino; Altri tempi, altri miti, 16esima Quadriennale d’Arte, Ehi, Voi!, Palazzo delle Esposizioni, Roma; PAC, Milano; GAM, Milano.

Mia Sanchez (1988, Siviglia, Spagna) vive e lavora a Basilea. Ha conseguito il Master in Arte all’Institut Kunst di Basilea. Precedentemente ha studiato alla Hochschule der Künste di Berna (HKB) e ha trascorso un anno come visiting student alla Hochschule für bildende Künste di Amburgo (HfbK). La sua opera è stata esibita in numerose mostre personali e collettive, tra cui: Salts, Birsfelden; Der Tank, Basilea; Galerie Maria Bernheim, Zurigo; Kiefer-Hablitzel Price (Kunsthaus Glarus); Arsenic, Losanna; Milieu, Berna; Plattform (Fri-Art Fribourg); Golden Pudel, Amburgo; Stadtgalerie, Berna; e Wallriss, Friburgo. Mia Sanchez è stata nominata per lo Swiss Art Award nel 2020 ed è stata premiata con il Basel-Berlin Stipendium dell’Accademia d’Arte di Berlino nello stesso anno. Dal 2015 è co-iniziatrice dell’off space Riverside. Attualmente sta lavorando a Theodora or The Progress, un progetto della durata di un anno di Alpina Huus iniziato da Elise Lammer e che include vari artisti e performer.

Scaricare il comunicato stampa italiano qui.
Scaricare il foglio di sala e la mappa della mostra qui.
Scaricare la conversazione tra Beatrice Marchi, Mia Sanchez, Gioia Dal Molin e Attilia Fattori Franchini qui.

Orari apertura:

Mercoledì / venerdì: 11:00-17:00
Giovedì: 11:00-20:00
Sabato: 14:00-18:00

Istituto Svizzero
Via del Vecchio Politecnico 3, Milan

SAVE THE DATE
Registrati a questo evento per ricevere una notifica via email

Conferma
* Campo richiesto