15.06.2022—16.06.2022

Transforming Hospital Architecture

Architettura, Scienza, Milano

Serie INNOVATION
15.06.2022 H16:30-19:30
16.06.2022 H10:00-16:30

Dates
15.06.2022
16.06.2022
Location
Milano
Category
Architettura, Scienza
Information

Serie INNOVATION
15.06.2022 H16:30-19:30
16.06.2022 H10:00-16:30

Il workshop è aperto al pubblico e avrà luogo in via del Vecchio Politecnico 3, Milano. Gli interventi si terranno in italiano e inglese. Ingresso gratuito.
Registrarsi qui per mercoledì 15.06.2022.
Registrarsi qui per giovedì 16.06.2022.

Transforming Hospital Architecture

Il workshop si concentra sull’ospedale come oggetto e iper-oggetto di architettura e design, alla luce delle sue trasformazioni storiche e contemporanee, dalla scala del letto alla scala della città.

L’architettura ospedaliera presenta dilemmi irresolubili sia per le città, sia per i singoli pazienti. Alla scala della città, un pianificatore urbano, cercando di ottimizzare la logistica e l’accessibilità, potrebbe cercare di collocare l’ospedale nel centro. Un pianificatore diverso, preoccupato dalla riabilitazione e dal contagio, potrebbe sostenere che dovrebbe essere situato lontano dalla città. Questi due approcci non possono essere risolti da un unico piano. Per soddisfare i complessi regolamenti che definiscono la progettazione degli ospedali, un architetto potrebbe sostenere l’esigenza di una megastruttura. Un altro potrebbe proporre un distretto di edifici, una città nella città. In entrambi i casi, il cambiamento tecnologico, gli aggiornamenti e le espansioni faranno a pezzi singoli edifici coerenti da un lato, e lentamente fonderanno i singoli edifici in un unico organismo complesso dall’altro. Gli ospedali devono la loro esistenza a molteplici attori e sforzi interdisciplinari. Come dimostra una recente ricerca antropologica, l’ospedale è meglio pensato nella sua densa molteplicità (Kehr/Chabrol 2020). Cosa deve fare il progettista di fronte a questa complessità travolgente? È una complessità che ha anche una dimensione storica. Fin dal Medioevo, l’ospedale è stato un’istituzione in costante mutamento, cambiando continuamente sia le sue procedure, sia la sua architettura in risposta ai cambiamenti della società, alle trasformazioni della conoscenza medica e agli eventi politici ed epidemici.
Il workshop invita architette/architetti, storiche/storici dell’architettura e storiche/storici della medicina a riflettere su questa intricata questione.

L’evento fa parte della serie INNOVATION dell’Istituto Svizzero, che identifica le innovazioni nella ricerca, esplorandone le potenzialità e le sfide da una prospettiva tecnologica e sociale.

L’evento è organizzato in collaborazione con l’Institute for the History and Theory of Architecture dell’ETH Zurich, e il Department of Architecture, Built environment and Construction engineering (ABC) del Politecnico di Milano.

Programma:

Mercoledì 15.06.2022

H16:30 – Saluti

H17:00-17:30 – Danielle Abdon (Rollins College/Florida), Building Ecological Health: Hospital Design for an Infirm City

H17:30-18:00 – Britta Hentschel (Università del Liechtenstein), Social welfare on a new scale: The Ospedale degli Innocenti in Florence

Breve pausa

H18:30 – KeynoteStefano Capolongo (Politecnico di Milano), Healing Architecture: the experience based approach for rethinking the hospital 4.0


Giovedì 16.06.2022

H10:00-10:30 – Andrea Brambilla (Politecnico di Milano), Evidence Based Hospital Design. Development and test of tools for supporting healthcare architects, hospital designers and planners

H10:30-11:00 – Marco Gola (Politecnico di Milano), The role of Buffer Spaces in Hospital 4.0: design strategies for strategic areas to support ordinary and emergency activities

Pausa caffè

H11:30-12:00 – Lydia Xynogala (gta Institute/ETH Zurich), The Birth of the Hydroclinic. Or what can we learn from the short life of a hospital alternative in 20th century Greece

H12:00-12:30 – Agnes Arnold-Forster (London School of Hygiene and Tropical Medicine), The Role of Charity in Hospital Rebuilding and Design: Guy’s Hospital Tower

Pausa

H14:00-14:30 – Alberto Geuna (Politecnico di Milano), Life at the edge of deinstitutionalization: European Dementia Villages at the crossroad between home and hospital

H14:30-15:00 – Hermes Killer (ETH Zurich), The project for the Sociopsychiatric Clinic Parco di Casvegno: a cultural negotiation

Pausa caffè

H15:30-16:00 – Mona Farag (Christ & Gantenbein Zurich), The New Hospital: Considerations and Examinations

H16:00-16:30 – Anja Fröhlich (Laboratory EAST, Institute of Architecture, EPF Losanna), Horizontal Healing. A Typological Perspective on Housing the Sick in History as a Spatial Manifestation of Knowledge