06.10.2019‚ÄĒ10.10.2019

O Fim do Mundo

Cinema, Milano

Milano Film Festival – The Space Cinema Odeon
06 ottobre 2019, H21:30
10 ottobre 2019, H18:00

Dates
06.10.2019
10.10.2019
Location
Milano
Category
Cinema
Information

Milano Film Festival – The Space Cinema Odeon
06 ottobre 2019, H21:30
10 ottobre 2019, H18:00

O Fim do Mundo di Basil Da Cunha

In occasione del Milano Film Festival, che si terr√† dal 4 al 10 ottobre 2019, sar√† proiettato il film O Fim do Mundo di Basil Da Cunha¬†nella sezione “Concorso Internazionale Lungometraggi”.

In collaborazione con Istituto Svizzero.

Proiezioni:

6 ottobre 2019 H21:30, The Space Cinema Odeon ‚Äď Sala 9
10 ottobre 2019 H18:00, The Space Cinema Odeon ‚Äď Sala 5

Info e biglietti

O Fim do Mundo (2019, 107′)

Spira √® appena uscito dal carcere, dopo aver scontato otto anni di pena torna al suo quartiere, Reboleira a Lisbona, per provare a ricomporre una vita che sembra essere per sempre stata spezzata dal tempo passato in prigione. Mentre rincontra i suoi amici e la famiglia, Kikas, uno dei vecchi spacciatori della zona, gli fa capire che non √® assolutamente il benvenuto. Basil da Cunha, dopo il successo di Le poisson lune, torna a raccontare le storie del suo quartiere, uno spazio urbano sull‚Äôorlo dell‚Äôabisso, schiacciato tra la speculazione edilizia dell‚Äôamministrazione pubblica e una mancanza di orizzonti tanto umani come sociali. O Fim do Mundo √® un racconto che trascende i comuni confini geografici del cinema europeo, recitato interamente in portoghese creolo di Capo Verde, ed √® un film corale che si nutre di una complessit√† pi√Ļ vicina al cinema documentario che a quello di finzione. Reboleira √® Lisbona, ma potrebbe essere Rio de Janeiro, Johannesburg o Manila. Il viaggio dell‚Äôeroe di Spira pi√Ļ che un racconto di (de)formazione criminale √® un pellegrinaggio erratico per le strade di una periferia del mondo che, attraverso lo sguardo privilegiato del suo protagonista, restituisce allo spettatore contraddizioni e complessit√† che raramente appaiono sul grande schermo. La naturalit√† della messa in scena, la capacit√† di mescolare cinema di genere e suggestioni documentaristiche, sembrano riportare al ventunesimo secolo le istanze del cinema pasoliniano. Spira, novello Accattone, cerca un orizzonte che non si schiude mai, un paesaggio che neppure sul tetto pi√Ļ alto della Reboleira sembra aprirsi a una speranza lontana. (Andrea Lavagnini)

Basil da Cunha

Prima di entrare a far parte dell‚Äôassociazione Thera Production, nel 2008, Basil Da Cunha ha diretto e prodotto numerosi cortometraggi. Successivamente, ha diretto il film A c√īt√© (presentato al Locarno Film Festival nel 2009 e vincitore del Grand Prix al Vila do Conde Festival). Nel 2009, si √® trasferito nel quartiere di Lisbona chiamato Reboleira dove, tra il 2011 e il 2012, ha diretto Nuvem e Os vivos tambem choram, entrambi nominati per la Quinzaine des R√©alisateurs, la selezione parallela del Festival di Cannes. Nel 2012, ha concluso la sua formazione presso l‚ÄôUniversit√† di arte e design HEAD di Ginevra dove ha diretto e presentato il suo primo lungometraggio dal titolo At√© ver a Luz, selezionato per la Quinzaine des R√©alisateurs nel 2013. A partire dallo stesso anno, Basil Da Cunha √® entrato a far parte del corpo docenti della stessa Universit√† HEAD di Ginevra. Ancora nel quartiere di Reboleira, ha diretto e prodotto una serie e il film intitolato Nuvem Negra (presentato alla Biennale di Arte Contemporanea di Ginevra nel 2014). Nel 2017, ha diretto il suo secondo lungometraggio dal titolo O Fim do Mundo selezionato per il Festival di Locarno nel 2019.