28.11.2022

Giuseppe Luigi Fossati. Poesie

Literature, Milano

H18:00

Dates
28.11.2022
Location
Milano
Category
Literature
Information

H18:00

La presentazione si terrà in italiano all’Istituto Svizzero, via del Vecchio Politecnico 3, Milano. 

L’Istituto Svizzero ospita la presentazione pubblica del volume Giuseppe Luigi Fossati. Poesie (1820-1891), curato da Stefano Barelli. Iniziativa a cura di Stefano Barelli, Jean-Jacques Marchand, William Spaggiari.

La presente edizione, promossa dal Comitato scientifico della collana editoriale Testi per la storia della cultura della Svizzera italiana, riunisce per la prima volta l’intera produzione in versi di un letterato già indicato come la migliore voce poetica proveniente dai territori della Svizzera italiana prima del Novecento.

Su Giuseppe Luigi Fossati (1759-1812):
Esponente di una famiglia di Morcote (Svizzera italiana) radicata a Venezia che ha fornito considerevoli apporti in ambito artistico, è autore di una produzione letteraria di notevole spessore. Discepolo di Melchiorre Cesarotti, fece parte dell’équipe intellettuale diretta dall’erudito padovano con l’intento di ridefinire il canone estetico e letterario italiano: si inquadrano qui le versioni di poeti moderni riunite nel Saggio di libere versioni poetiche, in cui Fossati, attraverso una radicale operazione di riscrittura e sulla scorta dei celebri Canti di Ossian voltati in italiano dal maestro, esalta la natura selvaggia ed incontaminata, l’inesorabilità del tempo e l’incombenza della morte su tutto il creato. Le liriche di propria composizione, riunite nel Saggio di poesie varie, offrono un ampio spaccato tematico e stilistico, spaziando dal severo classicismo alla levità arcadica e rococò.

L’opera è stata promossa dallo Stato del Cantone Ticino attraverso la Divisione della cultura e degli studi universitari (Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport).

Biografie:

Stefano Barelli:
Dopo gli studi liceali a Bellinzona si laurea nel 1988 in letteratura italiana presso l’Università di Friburgo sotto la guida di Giovanni Pozzi. Nel 1995 consegue il dottorato in letteratura italiana e nel 2005 la Venia legendi presso lo stesso ateneo. Ha pubblicato edizioni critiche e commentate di autori del Cinque, del Sei e del Settecento (Tomaso Garzoni, Girolamo Preti, Francesco Soave), studi sulla relazione tra testo verbale e testo iconico, su questioni metriche e sulla traduzione poetica. Insegna italiano presso il Centro scolastico per le industrie artistiche di Lugano.

Jean-Jacques Marchand:
Nato nel 1944, ha studiato a Losanna e a Firenze. È stato ordinario di letteratura italiana all’Università di Losanna fino al 2006. I suoi ambiti di specializzazione sono il Rinascimento (Machiavelli, la poesia di corte del Quattrocento) e il periodo contemporaneo (la letteratura degli emigrati di lingua italiana nel mondo, gli autori della Svizzera italiana). Ha pubblicato una ventina di volumi e circa 150 articoli. Ha organizzato vari convegni internazionali, in particolare sul Rinascimento fiorentino. È membro del comitato scientifico per l’Edizione Nazionale delle Opere di Machiavelli, di cui ha pubblicato cinque volumi. È accademico (corrispondente straniero) della Crusca e dell’Accademia Olimpica.

William Spaggiari:
Ha insegnato letteratura italiana nelle Università di Parma e di Milano. L’attività di studio si è rivolta soprattutto a questioni, correnti e autori dei secoli XVIII e XIX. Fra i suoi volumi: L’eremita degli Appennini. Leopardi e altri studi di primo Ottocento (2000); 1782. Studi di italianistica (2004); Carducci. Letteratura e storia (2014); Geografie letterarie. Da Dante a Tabucchi (2015); Dante nel Sette-Ottocento. Note e ricerche (2022). Ha curato edizioni critiche e commentate di testi di Metastasio, Algarotti, Giordani, Leopardi, Carducci, e degli scritti danteschi (Elogio di Dante, 1783. Lettera sopra Dante, 1801) di Giuseppe Luigi Fossati (Lugano-Milano, 2021).

SAVE THE DATE
Sign up to this event to receive a notification email

Confirm
* Required field