20.11.2014

Sabina Meyer. Ninfa in lamento

Art, Concert, Roma

Introduzione

Biografia

Dates
20.11.2014
Location
Roma
Category
Art, Concert

Concerto per soprano, tiorba, elettronica con musica da Monteverdi a Scelsi

Con
Sabina Meyer – Soprano, ideazione
Andreas Arend – Tiorba
Elio Martusciello – Dispositivi elettronici

Serbatoio di spericolate avventure musicali, il Barocco rappresenta anche un luogo contemporaneo di sperimentazioni per linguaggi e personalità artistiche diverse: ù il caso di Ninfa in lamento di Sabina Meyer, soprano che si divide tra la musica contemporanea e la prassi barocca. Punto di partenza ù l’aria a voce sola del primo Seicento, e in particolare quei brani definiti Lamenti, dove il canto acquista spessore e si fa personaggio, presentandosi con la sua storia, le sue passioni e le sue ferite. È il momento in cui la musica aggredisce il teatro: insieme diventano spettacolo e nasce l’opera lirica.

Da questo ricchissimo serbatoio Meyer ha attinto oltre che da Monteverdi, il celeberrimo Lamento della ninfa, anche da Barbara Strozzi e Girolamo Kapsberger con un tuffo nel Novecento di Scelsi. Nel concerto i brani saranno presentati in una veste inconsueta, in cui alla prassi musicale antica del soprano Meyer, accompagnata dalla tiorba di Andreas Arend, interprete di musica barocca ma anche compositore di musica contemporanea, si aggiunge il trattamento elettronico realizzato da Elio Martusciello, compositore e improvvisatore radicale. L’esperienza di improvvisatrice in ambito elettronico di Sabina Meyer ù all’origine di quest’operazione di accostamento tra antico e contemporaneo, tra linguaggio colto e linguaggio di ricerca: le arie di Monteverdi e Strozzi vengono accarezzate da sublimazioni elettroacustiche che danno voce all’intimo pensiero del testo.

Con l’introduzione del canto a voce sola l’io Ăš messo al centro dell’universo, la parola recitarcantata diventa udibile in ogni sua sfumatura e piĂč sottile risonanza per penetrare nell’orecchio di chi ascolta muovendone gli affetti. È un Barocco in bilico, perchĂ© il materiale contemporaneo non offrirĂ  solo una cornice alla musica antica ma si esprimerĂ  anche con un continuo movimento di improvvisazione che unisce le diverse isole compositive, dove i linguaggi della prassi barocca e dell’elettronica contemporanea gonfieranno le vele verso una ricerca sonora e musicale. Una ricerca che, con le dovute differenze, ha contraddistinto il tempo di Monteverdi, e proprio nel Lamento affidava alla voce femminile, cioĂš alla donna, un ruolo primario sulla scena. Il progetto Ninfa in Lamento cristallizza l’aura magica del Lamento, ne sonda le dinamiche interne distanziandosi perĂČ da suggestioni e manipolazioni. Nel lamento Ăš viva l’idea dell’immortalitĂ , dell’eterna aspirazione umana, che attraverso un gioco di contrasti interni viene distillata e riportata alla sua valenza fuori dal tempo, assoluta.

Sabina Meyer
Cantante che  ha fatto della trasversalitĂ  il suo stile, si muove tra improvvisazione e composizione ed ha eseguito in prima assoluta opere a lei dedicate. Collabora a stretto contatto con musicisti tra i quali Alvin Curran, Veryan Weston, John Tilbury, Paul Lovens, Elio Martusciello, Eugenio Colombo e Hans Koch. Il suo repertorio spazia dalla musica ebraica alla canzone brechtiana, dalla musica contemporanea colta alla sperimentazione elettronica piĂč ardita. Esegue regolarmente le opere vocali di Berio, Scelsi, Cage. Inoltre Ăš attiva sul fronte della poesia sonora e compone canzoni su testi poetici di autrici contemporanee. Si sta specializzando in vocalitĂ  barocca e esegue le opere di Monteverdi, Strozzi, Luzzaschi e Dowland. Ha sviluppato un approccio personale che accosta la vocalitĂ  barocca all’elettroacustica e alla videoarte. E’ ideatrice del progetto Ninfa in lamento. Ha inciso per Harmony Music, Auditorium, Ambiances MagnĂ©tiques, Raitrade, Radio3Suite, Ants, Die Schachtel, TiconZero, Bolt Records.