24.05.2021

Pellegrino Rossi tra l’Italia e la Svizzera

Konferenz, Online

H18:00
Registrazione online

 

Dates
24.05.2021
Location
Online
Category
Konferenz
Information

H18:00
Registrazione online

 

L’evento si terrà in italiano e avrà luogo alle H18:00, Ora dell’Europa Centrale (CET).
Per partecipare, si prega di registrarsi online.

Pellegrino Rossi tra l’Italia e la Svizzera: l’impatto scientifico tra diritto costituzionale e diritto internazionale

Pellegrino Rossi (1787-1848) rappresenta una delle figure più poliedriche ed europee della prima metà dell’Ottocento: avvocato, economista, politico, con una brillante carriera nell’accademia. Nel 1814 fu nominato professore di diritto e procedura criminale a Bologna, a partire dal 1818 insegnò diritto romano, legislazione penale e storia all’Accademia di Ginevra; nel 1833 a Parigi insegnò al Collegio di Francia economia politica, e l’anno successivo l’università Sorbona creò una cattedra di diritto costituzionale appositamente per Rossi.
Era stato Camillo Benso Conte di Cavour, in una lettera alla scrittrice francese Mélanie Waldor, a descrivere Rossi come: «l’uomo di maggiore spirito d’Italia, il genio più versatile della nostra epoca, la mente forse più pratica d’Europa».
La versatilità e praticità di Rossi si cristallizzano soprattutto nei diversi contributi che diede al diritto costituzionale, alla sua grande capacità di riuscire a leggere gli avvenimenti politici svizzeri dell’epoca in chiave europea: basti solo pensare al giornale di taglio liberale-moderato, Le fédéral. Journal genevois, politique, littéraire et industriel di cui Rossi fu direttore nel 1832 e alla sua partecipazione tra 1831-1832 alla Dieta federale di Lucerna, dove fu il redattore di un progetto per una nuova costituzione, il cosiddetto Patto-Rossi, poi respinto.

Attraverso una ricostruzione archivistica (Archivio storico del Senato della Repubblica) e con una prospettiva storico-politica e storico-giuridica, il seminario si pone l’obiettivo di presentare e discutere in modo parallelo l’impatto e l’eredità scientifica di Pellegrino Rossi in diversi “spazi” della storia svizzera e della storia italiana. A seguire, una discussione aperta alla partecipazione del pubblico.

Organizzato da:

Elisabetta Fiocchi Malaspina – Assistant Professor in storia del diritto, Facoltà di Giurisprudenza, Università di Zurigo
Pierpaolo Ianni – Dottore di ricerca e Capo di gabinetto dell’Ufficio del Presidente della Biblioteca e dell’Archivio Storico del Senato della Repubblica

 

Biografie:

Elisabetta Fiocchi Malaspina è Assistant professor in storia del diritto presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Zurigo dal 2017. Nel 2008 si è laureata con lode all’Università degli Studi di Milano e nel 2012 ha conseguito il dottorato di ricerca in storia del diritto presso l’Università degli Studi di Genova. Ha ricevuto borse di ricerca dal Max Planck Institute for European Legal History (Francoforte sul Meno) nel 2011, 2012, 2014 e 2016. Come ricercatrice post-dottorato, ha lavorato presso l’Università di Trieste (2013) e presso l’Università degli Studi di Milano (2014-2016). Inoltre, nel 2015 è stata visiting postdoctoral fellow presso Erik Castrén Institute of International Law and Human Rights (Università di Helsinki); nel 2016 ha effettuato un periodo di ricerca presso il Law and Public Affairs Discussion Group (Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Oxford) ed è stata visiting postdoctoral fellow presso l’Università di Bergen nel settembre e nell’ottobre 2016. I suoi interessi di ricerca comprendono la storia del diritto internazionale, la diffusione del diritto naturale e le teorie del diritto delle genti tra il XVIII e il XIX secolo, la storia del diritto delle acque e la storia della proprietà e della registrazione immobiliare nelle colonie italiane (tra il XIX e XX secolo).

Pierpaolo Ianni è consulente legale presso il Senato della Repubblica dal 2013 e Capo di gabinetto del Presidente della Biblioteca e dell’Archivio Storico del Senato della Repubblica dal 2018. Ha lavorato presso il Dipartimento per i Rapporti con il Parlamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri nel 2011 ed in ENAV (Ente Nazionale Assistenza al Volo) nel 2012. Si è laureato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Pisa; ha studiato Constitutional Law nel Regno Unito alla Faculty of Law della Birmingham City University. Borsista del Centro per gli Studi e le Ricerche Parlamentari “Silvano Tosi” dell’Università degli Studi di Firenze, ha conseguito il dottorato di ricerca in “Istituzioni e Politiche” presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, specializzandosi in diritto internazionale, U.E. e comparato (IUS/13; IUS/14; IUS/21). Ha condotto le proprie ricerche presso i principali archivi italiani e presso i National Archives di Londra e la Bodleian Library di Oxford. È membro del Consiglio direttivo dell’Istituto Storico della Resistenza Apuana e dell’Età Contemporanea di Pontremoli e del Comitato scientifico della Biblioteca “Lorenzo Lodi” di Roma. È autore di articoli di carattere storico e giuridico, collabora con diverse riviste e ha scritto monografie dedicate a Enzo Ianni ed Edgardo Lami. Nel 2019 è stato insignito dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

SAVE THE DATE
Registrieren Sie sich für diese Veranstaltung, um eine Erinnerungsnachricht zu erhalten

Confirm
* Required field