12.03.2015

Lo stato dello Stato

Lecture series, Science, Roma

Confini del Diritto

Introduzione

Biografie

Video

Materiali

Dates
12.03.2015
Location
Roma
Category
Lecture series, Science
Information

Confini del Diritto

con
Antonio Negri
Pierangelo Schiera
Giacomo Marramao

12 marzo 2015, ore 17.30
Esc Atelier Autogestito

È da circa un secolo che il pensiero politico e giuridico europeo riflette sulla crisi dello Stato. Negli anni Venti, giuristi come Carl Schmitt e Santi Romano, tentarono di restituire allo Stato la necessaria profondità storica, contro la tendenza dominante nelle scienze sociali che lo confinava nel campo strettamente giuridico e politologico. Lo Stato, in quanto ordinamento concreto, prodotto dell’attività sociale dell’uomo, andava riportato con i piedi per terra, assumendone il suo carattere relativo e variabile.

La crisi di cui si discuteva allora era riferibile a una specifica forma della statulitĂ , lo Stato liberale di diritto. Il tentativo di far coincidere, senza residui, legalitĂ  e legittimitĂ , di spoliticizzare la societĂ , veniva messo radicalmente in discussione dall’irruzione delle masse nel campo della politica. PiĂč avanti nel tempo, molte altre volte il tema della crisi dello Stato tornerĂ  a essere centrale, sotto varie declinazioni: lo Stato sociale, lo Stato regolatore, lo Stato minimo, lo Stato nazione.

Oggi, la crisi dello Stato sembra avere assunto una tale intensitĂ  da spingere molti a mettere in discussione la stessa autonomia della sua forma e delle sue funzioni. Piuttosto che attestarci su tale constatazione, ci sembra molto piĂč interessante chiederci cosa lo Stato sia diventato, indagando a fondo la sua disarticolazione e mettendo in campo un’analisi piĂč complessa che ponga l’accento sulla sua “porosità”. Partendo dall’ipotesi che siamo dinnanzi a uno Stato “disaggregato”, si tratta perciĂČ di cogliere le sue ambivalenze. Valutare la rilevanza dei processi di statalizzazione in un paesaggio profondamento mutato e le modificazioni della sovranitĂ  al di lĂ  dello Stato, Ăš piĂč che mai indispensabile.

Giacomo Marramao ù docente di Filosofia politica e Filosofia teoretica all’Università di Roma Tre e direttore scientifico della Fondazione Lelio e Lisli Basso. Nel corso degli anni Settanta il suo lavoro ha messo a confronto il marxismo europeo degli anni Venti e Trenta con le analisi schmittiane delle trasformazioni del concetto di politico. Dialogando con la scuola di Francoforte, ha inoltre proposto una rilettura della modernità in chiave genealogico-simbolica.

Antonio Negri ha insegnato Dottrina dello Stato all’UniversitĂ  di Padova e in molte altre prestigiose universitĂ  europee. Dopo l’esilio in Francia, Negri si Ăš affermato come uno degli intellettuali piĂč influenti nel dibattito contemporaneo. I suoi lavori su Marx, Machiavelli e Spinoza, sul potere costituente e sulle trasformazioni della forma Stato, alcuni dei quali scritti in prigione, hanno aperto nuovi campi di ricerca a livello globale.

Pierangelo Schiera Ăš professore emerito di Storia delle dottrine politiche all’UniversitĂ  di Trento e professore onorario alla Humboldt-UniversitĂ€t di Berlino. È tra i fondatori dell’Istituto Storico Italo-Germanico di Trento. Dal 1997 al 2001 Ăš stato direttore per “chiara fama” dell’Istituto italiano di cultura di Berlino. Tra i suoi principali interessi di ricerca la formazione e le trasformazioni dello Stato moderno, la storia dell’amministrazione, la storia costituzionale tedesca.

Video integrale della conferenza

Intervista a Francesco Brancaccio

Intervista a Giacomo Marramao

Intervista ad Antonio Negri

Intervista a Pierangelo Schiera